La programmazione del Ridotto propone domenica 30 marzo alle 17 uno dei suoi concerti più importanti, ospite della rassegna l'Ensemble d'Archi del Conservatorio Frescobaldi (Antonino Bono, Angioletta Cecchi Iannucci, Lucia Lago, Camilla Gori, Luca Mardegan, Achille Galassi, Francesca Fogli, Filippo Trevisan, Marco Tagliati ed Elena Masina al clavicembalo) diretto da Alessandro Perpich, con musiche di Antonio Vivaldi, Johann Sebastian e Carl Philipp Emanuel Bach. Johann non è stato soltanto uno dei massimi compositori di tutti i tempi, ma ha anche trasmesso l'artigianato della musica ai suoi numerosi familiari. In particolare al figlio secondogenito Carl Philipp Emanuel Bach, di cui l'8 marzo 2014 ricorre il trecentesimo anniversario di nascita. Nel corso dei suoi sessanta anni di vita, il giovane Bach creò più di mille composizioni di vario genere, dalla musica sacra alle sinfonie - incluso il Concerto per cembalo e archi in Do minore previsto domenica in programma (solista Luca Pollastri, direzione e concertazione di Giulio Arnofi) - che all'epoca lo resero famoso almeno quanto il padre. Aprono e chiudono il pomeriggio due composizioni celeberrime di Bach padre: il Concerto per quattro clavicembali e quello per due violini BWV 1043 (solisti Angiolina Cecchi Iannucci e Alessandro Perpich), tra le pagine più elaborate e giustamente famose del suo periodo di Lipsia, noto anche nella versione per due tastiere. Il Concerto per quattro clavicembali - trascritto dal Concerto in Si minore dall'Estro Armonico di Vivaldi - sarà il vero “piatto forte” del pomeriggio: una pagina tanto popolare quanto di difficile ascolto dal vivo, che richiede la presenza di quattro clavicembali dalle caratteristiche costruttive molto simili e di altrettanti solisti di vaglia (Elena Masina, Cristina Landuzzi, Luca Pollastri, Marina Scaioli). I cambiamenti che Johann Sebastian apporta a opere come queste sono tanto importanti che le trascrizioni possono essere considerate a pieno titolo vere e proprie composizioni, anche se derivate da un autore dalla forte personalità come Antonio Vivaldi, tra i più apprezzati da Bach. E proprio del Prete Rosso Alessandro Perpich, Antonino Bono e Angioletta Cecchi Iannucci eseguiranno a completamento di programma, il Concerto per tre violini e archi in Fa maggiore RV 551.

 

Ingresso interi 6 euro, ridotto 3 euro per allievi di Conservatorio.

 

 

 

Prossimi Concorsi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
16
17
18
19
20
31

 

 

wifi zone bsck

 

 

follow us on facebook