Le Conferenze AFAM esprimono profonda preoccupazione per quanto sta avvenendo in Ucraina. Convinte che la costruzione e il consolidamento della pace sia una vocazione e un desiderio comune agli artisti di ogni Paese, auspicano un’azione diplomatica incisiva, condotta con fiducia dalle parti coinvolte, quale unica strada risolutiva del conflitto in corso.

Le Conferenze unite:
• si associano all’appello del Segretario generale delle Nazioni Unite del 23 febbraio 2022 sul rispetto dei principi della Carta delle Nazioni Unite, sulla necessità di stabilire il cessate il fuoco e di intraprendere la via del dialogo e del negoziato;
• ribadiscono con fermezza l’importanza della pace e del dialogo quali valori insostituibili per la convivenza fra i popoli e condannano ogni atto di violenza e di prevaricazione dei diritti umani e delle libertà fondamentali;
• esprimono autentica solidarietà per tutte le persone e tutte le comunità artistiche e accademiche coinvolte in Ucraina;
• seguendo il corso degli eventi, valutano la possibilità di attivarsi per incoraggiare azioni concrete a beneficio e sostegno di colleghi e colleghe, nonché di studentesse e studenti, vittime della situazione, incluso il ritorno in Italia delle studentesse e degli studenti presenti nelle zone del conflitto.

Roma, 1° marzo 2022